Loading...
Siti Internet Verona

Google svela le modifiche alla ricerca per placare l'UE

Home / News / Google svela le modifiche alla..
  • google-svela-le-modifiche-alla-ricerca-per-placare-lue
Photo by Caio Resende on Pexels

Google ha modificato i risultati del suoi motore di ricerca nel tentativo di evitare ulteriori multe dall'anti-trust dell'UE.

Verona 03-04-2019

Google martedì ha svelato una serie di modifiche ai risultati dei suoi motori di ricerca europei nel tentativo di evitare ulteriori multe dal principale regolatore anti-trust dell'UE.
Lo sforzo di placare la Commissione europea arriva mentre l'esecutivo dell'UE è pronto a schiaffeggiare il gigante della tecnologia con una nuova multa sulle pratiche di concorrenza sleale.
Le modifiche annunciate alla ricerca di Google hanno lo scopo di aiutare il gigante della Sillicon Valley ad evitare una ripetizione del 2017 quando Bruxelles ha multato Google 2,4 miliardi di euro per favorire il suo servizio di comparazione prezzi "Google Shopping" nei risultati di ricerca.
Kent Walker, il capo affari globali di Google, ha detto che da allora l'azienda ha ascoltato attentamente i feedback che ricevono, sia dalla Commissione e altri. 
Il cambiamento si applicherebbe agli aggregatori dello shopping, così come ai siti di consulenza turistica e di viaggio come Trip Advisor e Yelp, ed attualmente in fase di test, aggiungerebbe una scheda che mostra i rivali di Google in alto nella pagina web per aumentare il loro traffico e evitare ulteriori controlli da parte della Commissione europea.
La soluzione si aggiunge agli sforzi già compiuti per correggere Google Shopping, in cui i risultati sono stati modificati per visualizzare collegamenti a siti Web di confronto di shopping concorrenti, come Kelkoo.
La sanzione dello shopping è arrivata dopo sette anni di indagini avviate da denunce di altri servizi di confronto prezzi che hanno perso il 90% del traffico contro Google Shopping.
Il gigante del web sta facendo appello alla multa e Bruxelles si rivolgerà al servizio pubblicitario AdSense di Google, dicendo che ha limitato alcuni siti Web dei clienti dalla visualizzazione di annunci di terze parti.